Turisport 2018: presente l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio

0
312
Turisport 2018

Cagliari, 4 ottobre 2018 – Ci sarà anche l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio al Turisport 2018, in programma negli spazi della Fiera di Cagliari da domani, venerdì 5 ottobre, a domenica 7 ottobre. “Sarà – dice l’assessora Barbara Argiolas – una bella opportunità per presentare ai cittadini di Cagliari alcune eccellenze e progetti dei territori della Sardegna, realtà che sono al centro del nostro lavoro di promozione dell’isola come destinazione ideale per il turismo attivo, religioso, culturale o legato al benessere in ogni periodo dell’anno”. In programma anche una tavola rotonda organizzata dall’Agenzia regionale Forestas sulla neonata Rete escursionistica della Sardegna (RES).

Gli espositori. Sono dodici gli espositori istituzionali e associativi che verranno ospitati all’interno dei 1200 mq dell’Assessorato, nel Padiglione I del recinto fieristico: l’agenzia regionale Forestas; i Borghi Bandiere Arancioni; i Borghi più belli d’Italia; il Cammino di Santa Barbara; il Cammino di Sant’Efisio; le Destinazioni di pellegrinaggio; i Luoghi francescani; l’Area marina protetta di Capo Carbonara; il Parco naturale di Porto Conte; l’Ente Parco dell’Asinara; il Parco di Molentargius; i Giardini storici di Sardegna. Ogni espositore avrà a disposizione uno stand di 16 mq nel quale proiettare video promozionali e distribuire materiale informativo. Completa l’allestimento, curato dall’agenzia Forestas con piante ed essenze tipiche della Sardegna, uno spazio eventi nel quale si terranno presentazioni e incontri (il calendario è disponibile nel programma generale della manifestazione). “Al Turisport – dice Argiolas – portiamo uno spaccato significativo di quanto di bello e unico ha da offrire la Sardegna e che spesso non è ben conosciuto neppure da chi vive nell’isola: natura, ambiente e paesaggio, storia, un patrimonio materiale e immateriale irripetibile che sempre più viaggiatori stanno imparando a conoscere e apprezzare”.

Tavola rotonda sulla RES. Il Turisport sarà anche occasione per presentare ai cittadini la nascente Rete escursionistica della Sardegna (RES) e i progetti correlati, appena approvati dalla giunta regionale. Infatti, tra le altre cose, nel pomeriggio di sabato 6 ottobre, l’assessora Argiolas parteciperà a una tavola rotonda dal titolo “La valorizzazione del paesaggio (anche costiero) attraverso le nuove direttive tecniche regionali in materia di sentieri (ciclo)escursionistici e ippovie”, con inizio alle ore 15 nello spazio incontri del Padiglione I. “La RES e la rete cicloturistica e delle ippovie – spiega – sono progetti strategici per lo sviluppo di quel modello di turismo sostenibile in cui crediamo. Vogliamo valorizzare e ampliare la rete dei sentieri escursionistici in modo che diventi un nuovo attrattore della destinazione turistica Sardegna”.

Organizzato da Forestas, l’incontro ha l’obiettivo di illustrare la strategia della Regione e i compiti dell’Agenzia (cui è demandata la gestione operativa della RES), il ruolo delle associazioni e delle guide ambientali escursioniste, la collaborazione con gli operatori turistici e la possibile estensione dei percorsi marini come estensione della RES sulle coste. È prevista la partecipazione di PierFrancesco Boy, presidente CAI di Cagliari, Giorgio Argiolas, coordinatore regionale dell’Organo Tecnico CAI escursionismo; Matteo Cara, geografo ed scrittore; Davide Sanna, Club della Vela a Porto Conte; Paolo Insolera, operatore turistico nel trasporto via mare a Cala Gonone e componente tecnico commissione ambiente del Comune di Dorgali; Dionigi Secci e Andrea Murgia, funzionari del Servizio Tecnico – DG Forestas; Alessandro Abis, coordinatore regionale AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) Marco Marrosu, guida escursionistica e dottore naturalista; Italo Meloni, docente del Dipartimento di Ingegneria dei trasporti, Università di Cagliari; Giuseppe Pulina, Amministratore Unico dell’Agenzia Forestas. Le conclusioni saranno affidate a Barbara Argiolas.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome